benvenuto a Agricoltura moderna !
home

11 diversi tipi di fattorie per capire l'agricoltura

Da bambino e da adolescente, consideravo i caseifici come le uniche "fattorie". Successivamente si è scoperto che una fattoria è un luogo in cui i prodotti agricoli vengono prodotti e venduti a scopo di lucro. Questa scoperta mi ha aperto gli occhi.

Ho iniziato a considerare le attività agricole come attività agricole e il luogo in cui tali attività vengono svolte come "aziende".

Mentre il mondo progredisce, così sono i bisogni umani, stiamo scoprendo sempre più modi per soddisfare i bisogni.

Sono finiti i tempi in cui il luogo in cui si tenevano gli animali o si coltivavano i raccolti veniva preso come una "fattoria".

Ora si svolgono anche molte altre attività simili e dissimili e anche i luoghi in cui si svolgono tali attività sono chiamati fattorie.

Esistono diversi tipi di fattorie in funzione, le più popolari sono;

Tipi comuni di fattorie

  • Caseificio
  • Allevamento di pollame
  • Fattoria di fiori
  • Fattoria di fieno
  • Azienda agricola cooperativa
  • Azienda agricola biologica
  • Fattoria secca
  • Azienda agricola commerciale

Azienda lattiero-casearia

I caseifici non hanno bisogno di presentazioni, ma poiché è il tipo di allevamento più comune, è meglio discuterne prima.

I caseifici sono costituiti per guadagnare dalla vendita di latte e altri prodotti caseari.

È il più antico tipo di fattoria più redditizia poiché gli agricoltori hanno un sacco di modi per guadagnare denaro.

I produttori di latte stanno accreditando i loro conti bancari offrendo servizi di allevamento e vendendo latte, carne, letame e alcuni prodotti lattiero-caseari trasformati.

L'allevamento di latte è considerato una professione rispettabile e redditizia nei paesi in via di sviluppo e sviluppati.

India, Cina, Pakistan, Brasile e America sono i pochi esempi in cui l'allevamento di prodotti lattiero-caseari viene adottato su larga scala.

I caseifici hanno inoltre diversi tipi; è un termine generico che utilizziamo per tutti i tipi di aziende lattiero-casearie.

Gli allevamenti di capre, cammelli, bufali e mucche sono tutti i tipi di aziende lattiero-casearie. Un nuovo tipo è stato appena aggiunto all'elenco.

In questo tipo di allevamento, gli asini sono tenuti a produrre latte poiché è stato recentemente scoperto che il loro latte è altamente nutriente per i bambini.

Gli animali da fattoria sono stati tenuti insieme per circa 12000 anni, quindi questa professione è più o meno vecchia.

Tuttavia, i caseifici di oggi sono più grandi e più avanzati di quelli di allora.

Hanno anche altro da offrire. Le grandi aziende lattiero-casearie oggigiorno sono anche coinvolte nella vendita di prodotti lattiero-caseari trasformati come formaggio e burro, ecc. 

I moderni produttori di latte hanno attrezzature più avanzate come Rotolactor (uno strumento di fresatura avanzato) per svolgere il lavoro in modo rapido ed efficace.

I caseifici di un decennio fa non avevano molto da offrire oltre al latte, alla carne o all'animale da allevare o da vendere.

La mungitura e le altre normali faccende del caseificio venivano eseguite a mano. Fortunatamente, molto si è evoluto in tutti questi anni.

Allevamento di pollame

Il secondo allevamento più diffuso è denominato “allevamento di pollame”.

L'allevamento di pollame è una pratica di allevamento di uccelli per produrre e guadagnare dalla vendita di carne, uova e piume, ecc. 

Gli allevamenti di pollame sono preferiti perché sono redditizi, richiedono meno capitale e spazio. Inoltre, non richiede una licenza da prendere sul serio.

Tuttavia, la registrazione è obbligatoria se intendi gestirla su larga scala.

Tutto ciò di cui hai bisogno è spazio, alcuni servizi di base come acqua ed elettricità e un po' di capitale da investire in uccelli e altre necessità per essere riconosciuto come allevatore di pollame.

Come il tipo sopra menzionato, gli allevamenti di pollame hanno tipi. Gli allevamenti di polli, anatre, tacchini e oche sono tutti generalmente considerati allevamenti di pollame.

Tra tutte le opzioni, l'allevamento di pollame è più facile da gestire, rispettabile e redditizio.

Gli allevamenti di pollame di pollo possono avere inoltre due tipi; uno in cui vengono allevati solo strati e uno in cui vengono allevati polli da carne per soddisfare le esigenze dell'industria della carne.

Nel caso dell'allevamento di pollame, la persona può allevare solo un tipo di uccello domestico alla volta, può essere pollo, oca, anatra o tacchino.

Che si tratti di un allevamento di polli, anatre, oche o tacchini, la persona che possiede l'allevamento di pollame è chiamato allevatore di pollame o pollame, mentre gli uccelli vengono sconsideratamente indicati come un gregge.

L'allevamento di pollame è senza dubbio redditizio, ma è un lavoro duro.

Secondo l'indagine condotta di recente, il tasso di infortuni e malattie è molto più alto negli allevatori di pollame rispetto ai lavoratori edili o ai produttori.

Le lesioni sono spesso causate da movimenti ripetitivi e posture scomode, mentre le condizioni meteorologiche avverse sono principalmente la causa della maggior parte delle malattie.

Fattoria di fiori

Quindi, dopo i due tipi di agricoltura più conosciuti e accettati, ecco quello meno conosciuto; Coltivazione di fiori. Viene anche chiamato Floricoltura.

La floricoltura o floricoltura è una pratica di coltivazione di piante da fiore, ornamentali per la floristica e giardini.

Questi fiori coltivati ​​in fattoria sono venduti in rami, mazzi di fiori e vasi.

I coltivatori di fiori guadagnano vendendo fiori al di fuori delle caffetterie, negozi di alimentari, grossisti, designer floreali o offrendo l'intera pianta dell'abito per una somma di denaro.

Le fattorie floreali possono avere qualsiasi tipo di piante da aiuola accattivanti, verdure tagliate, piante in vaso, piante d'appartamento e fiori recisi.

I floricoltori più esperti preferiscono coltivare rose, stelle di Natale, orchidee, crisantemi fioristi e azalee fiorite finite.

Le piante da fiore sono super redditizie e facili da curare.

Qualunque sia il fiore, la pianta da aiuola, il vaso o le piante da appartamento che il coltivatore di fiori sceglie di coltivare e vendere, la floricoltura rimane un'attività redditizia.

Il coltivatore di fiori medio guadagna circa $ 42.287, mentre i coltivatori di fiori esperti guadagnano fino a $ 75.500.

Fattoria di fieno

Le erbe lavorate, i legumi e le piante erbacee sono chiamate fieno.

Le erbe, le leguminose e le piante erbacee vengono raccolte, lavorate e vendute a scopo di lucro.

La fattoria in cui si svolgono tutte queste attività è conosciuta come la fattoria del fieno.

Gli allevamenti di fieno sono redditizi quanto altri tipi di aziende agricole, secondo una ricerca recente il proprietario medio di un'azienda agricola di fieno guadagna $ 51 per tonnellata e $ 204 per acro.

Francamente, non è nemmeno difficile accreditare sul tuo conto bancario $ 204 per acro.

Tutto quello che devi fare è lasciare che le piante raggiungano la maturità, tagliarle, asciugarle, classificarle, raccoglierle e legarle in balle rotonde o quadrate.

Inoltre, il proprietario dell'allevamento di fieno può anche guadagnare vendendo fieno sfuso.

Tuttavia, per gestire l'attività con successo ed essere riconosciuto come proprietario di una fattoria di fieno di successo, la fattoria deve essere stabilita su almeno 10 acri (minimo).

L'allevamento del fieno è redditizio ma a volte può essere rischioso, poiché le balle di fieno sono deperibili.

Quindi, il proprietario dell'azienda agricola non può immagazzinare balle di fieno. Deve vendere subito perché rimane buono solo per cinque o sei giorni.

Azienda agricola cooperativa

L'agricoltura cooperativa è il modo meno conosciuto ma clemente per guadagnarsi da vivere.

L'agricoltura cooperativa è una pratica in cui i piccoli agricoltori mettono insieme le loro risorse per guadagnarsi da vivere rispettabile dalle attività agricole.

In parole più semplici, l'agricoltura cooperativa è una pratica in cui gli agricoltori si uniscono per investire denaro, tempo e abilità. Lavorano come una squadra e condividono i profitti.

L'agricoltura cooperativa è una boccata d'aria fresca per tutti i piccoli agricoltori che non possono permettersi di diventare grandi.

Si unisce agli agricoltori dello stesso background in un'associazione per acquisire risultati migliori.

L'idea dell'agricoltura cooperativa colpì la mente di un europeo già nel XVII secolo, tuttavia la prima fattoria cooperativa fu fondata nella seconda metà del XIX secolo.

Nonostante sia un'idea ampiamente adottata, l'agricoltura cooperativa deve ancora essere scoperta in alcune parti del mondo.

L'agricoltura cooperativa può essere di due tipi; Cooperativa di fornitura e Cooperativa di marketing.

Nel caso della cooperativa di approvvigionamento, gli agricoltori si uniscono per fornire input per la produzione agricola, inclusi macchinari, carburante, sementi e fertilizzanti, ecc.

Mentre le cooperative di marketing, gli agricoltori sono formati per fornire servizi di trasporto, imballaggio, distribuzione e marketing. Sia le cooperative di fornitura che quelle di marketing sono ugualmente redditizie.

Azienda agricola biologica

L'agricoltura biologica è un'altra pratica comune. L'agricoltura biologica è stata adottata per la prima volta migliaia di anni fa e ora è l'occupazione di milioni di persone in tutto il mondo.

L'agricoltura biologica può essere definita in molti modi. Si tratta di un sistema agricolo in cui si privilegia la farina d'ossa, il sovescio e il compost.

È un sistema agricolo in cui è severamente vietato l'uso di fertilizzanti sintetici e pesticidi.

L'agricoltura biologica è un sistema agricolo in cui è consentito l'uso solo delle seguenti sostanze sintetiche;

  • Solfato di rame
  • Zolfo elementare
  • Regolatori di crescita delle piante
  • Ivermectina
  • Organismi geneticamente modificati
  • Nanomateriali
  • Fanghi di depurazione umani
  • Ormoni

L'agricoltura biologica non significa affatto portare una cattiva reputazione ai modi moderni.

Si tratta piuttosto di combinare conoscenze scientifiche, tecnologia moderna e pratiche agricole tradizionali per il nostro miglioramento.

L'agricoltura biologica è stata adottata non solo per fornire una produzione più sicura, ma per dimostrare che la vecchia maniera è di gran lunga migliore di quella moderna.

Oltre a fornirci una produzione agricola sicura, l'agricoltura biologica è estremamente efficace nel ridurre l'erosione del suolo, la lisciviazione dei nitrati e il riciclaggio dei rifiuti animali.

Inoltre, emette meno gas serra, ospita più uccelli, api, farfalle e fornisce una maggiore biodiversità.

Con tutte le ricompense, anche l'agricoltura biologica ha dei problemi. Richiede più terra, mitiga il clima solo in un certo modo e premia con una produzione inferiore rispetto all'agricoltura inorganica. Tuttavia, l'output è al 100% più sicuro e più sano da consumare.

Fattoria secca

L'agricoltura secca, l'agricoltura secca o l'agricoltura in zone aride è una pratica agricola in cui le colture vengono coltivate senza irrigazione. Di solito è praticato in regioni con umidità limitata.

I praticanti dell'agricoltura secca coltivano e guadagnano da grano invernale, mais, fagioli, girasoli, angurie, zucche, fagioli, pomodori, uva e alcuni altri raccolti estivi. Fondamentalmente, nell'agricoltura delle zone aride, vengono coltivati ​​solo quei frutti, ortaggi e colture agricole che possono crescere dall'acqua invernale immagazzinata nel terreno.

Tutte le colture a secco sono più piccole, a maturazione rapida e richiedono meno manutenzione rispetto alle colture che crescono in condizioni più umide.

In questo modo, gli agricoltori delle zone aride generano profitti più rapidamente degli altri agricoltori.

Se la tua preoccupazione è generare più profitti utilizzando meno risorse, non c'è opzione migliore dell'agricoltura nelle zone aride.

L'agricoltura nelle zone aride è stata adottata molto tempo fa ed è ancora la fonte di sostentamento per i nativi delle regioni aride; il Mediterraneo, l'Africa, la California meridionale e alcuni paesi arabi.

Anche l'agricoltura secca è un'occupazione del popolo indiano. Rajasthan, Maharashtra, altopiani centrali del Gujarat, pianure alluvionali del bacino del fiume Ganga Yamuna e Madhya Pradesh sono le poche aree in cui l'agricoltura delle zone aride è stata adottata su larga scala.

Azienda agricola commerciale

L'agricoltura commerciale è conosciuta e riconosciuta con diversi nomi; azienda agricola commerciale, agroalimentare e commerciale.

È una pratica agricola in cui si coltivano i raccolti e si alleva il bestiame.

Il reddito dell'agricoltura commerciale è generato dall'allevamento di animali, dalla vendita di colture e prodotti lattiero-caseari.

La maggior parte degli agricoltori commerciali in tutto il mondo coltiva e guadagna da grano, mais, tè, caffè, canna da zucchero, anacardi, gomma, banana e cotone.

Quando si tratta di animali, gli allevatori commerciali preferiscono investire in pecore, capre, bovini e maiali.

Con tutte le ricompense, arriva anche con molte lotte. L'agricoltura commerciale può essere praticata solo su larga scala.

Quindi, per essere riconosciuto come un agricoltore commerciale di successo o almeno raggiungere un'economia di scala, deve essere condotto su larga scala.

Inoltre, anche gli agricoltori commerciali sono coinvolti nell'esportazione dei loro prodotti.

Dovrebbe essere condotto su larga scala, quindi deve esserci abbastanza produzione per soddisfare la domanda.

L'altro problema che ha l'agricoltura commerciale è che è un'opzione ad alta intensità di capitale.

Richiede un investimento enorme e una buona somma di denaro per mantenere in funzione la fattoria.

La maggior parte dell'investimento viene spesa in macchinari (aratri, mietitrici, escavatori e piantatrici), piantine, fertilizzanti e pesticidi, mentre i costi di gestione di solito vanno sull'acqua, sulla manodopera, sulle bollette dell'elettricità e sul costo della manodopera.

L'agricoltura commerciale ci bombarda con un sacco di opzioni. L'agricoltura del grano, l'agricoltura delle piantagioni, l'allevamento del bestiame, l'agricoltura mediterranea, le colture miste e l'allevamento del bestiame, il giardinaggio e la frutticoltura sono i pochi esempi di agricoltura commerciale.

Nell'agricoltura commerciale del grano, il profitto si ottiene coltivando e vendendo cereali come mais, orzo e grano.

L'agricoltura delle piantagioni esiste dai periodi coloniale e di schiavitù. Si occupa di riso, zucchero, tabacco e cotone. È sensibile ma redditizio poiché il costo complessivo è minimo.

L'allevamento del bestiame è una pratica in cui gli animali vengono allevati per i loro prodotti a base di carne. L'agricoltura mediterranea, come suggerisce il nome, è una pratica agricola condotta nei paesi mediterranei.

Datteri, uva, fichi e olive vengono piantati e venduti a scopo di lucro. L'agricoltura mista è un tipo di pratica agricola commerciale in cui vengono piantati raccolti e vengono allevati animali.

Nell'ultimo ma non meno importante tipo di agricoltura commerciale; ortofrutta, frutta e verdura si coltivano e si vendono a scopo di lucro.

Tipi di piccole fattorie

Questi erano i pochi tipi più comuni di fattorie, ce ne sono anche centinaia di altri tipi. Gli altri tipi su piccola scala che meritano le luci della ribalta sono;

  • Fattoria di sussistenza
  • Seminativi
  • Allevamento ittico
  • Apiario

Fattoria di sussistenza

L'agricoltura di sussistenza è un'agricoltura commerciale su piccola scala in cui gli agricoltori coltivano colture alimentari per soddisfare le esigenze delle loro famiglie.

L'agricoltura di sussistenza è più popolare nei paesi sviluppati rispetto a quelli sottosviluppati. Non premia gli agricoltori molto altro che le colture alimentari.

Il motivo è che è gestito su piccola scala e solo i raccolti extra vengono messi in vendita.

Seminativi

L'agricoltura dei seminativi è un uso sistematico della terra per coltivare colture come colture di cereali (frumento, riso, mais, miglio di proso) colture di legumi (lenticchie, fagioli e piselli), colture di semi oleosi (colza, soia, girasole), colture foraggere ( fagiolo dall'occhio, trifogli, erba medica), raccolto di fibre (cotone, canna da zucchero), raccolto di tuberi (patate, manioca e barbabietola da zucchero).

Il settore dei seminativi è cambiato molto in questi anni, gli agricoltori sono sempre all'erta per migliorare la qualità del suolo e ottenere maggiori profitti.

Allevamento ittico

L'allevamento ittico è anche conosciuto come piscicoltura. Si tratta di un'attività agricola che prevede l'allevamento commerciale di pesci.

Principalmente, i pesci vengono allevati e allevati per il cibo e il profitto. Carpa erbivora, carpa argentata, carpa comune, tilapia del Nilo, carpa testa grossa, Catla, carassio, salmone atlantico, Roho Labeo, milkfish, trota iridea, orata Wuchang, testa di serpente settentrionale, carpa nera e pesce gatto amur sono le poche razze di pesci che sono considerato per la piscicoltura.

Apiario

L'apiario è anche conosciuto come "cortile delle api", è una pratica unica in cui gli agricoltori allevano le api per raccogliere il miele e venderlo a scopo di lucro.

Può essere stabilito su piccola e grande scala; qualunque cosa si addica agli agricoltori. Tali fattorie sono generalmente condotte nelle aree rurali, sono anche di proprietà e gestite da comunità rurali.

Gli apiari più redditizi del mondo funzionano negli Stati Uniti d'America.

In breve, una fattoria è un luogo dove si coltivano o si tengono gli animali a scopo di lucro. Può anche essere definito come un luogo dove si svolgono attività agricole.

Fattoria casearia, Fattoria avicola, Fattoria fiorita, Fattoria fieno, Fattoria cooperativa, Fattoria biologica, Fattoria secca, Fattoria commerciale, Fattoria di sussistenza, Fattoria seminativa, Fattoria ittica e Apiario sono i pochi tipi di fattorie.


()
Azienda agricola

Agricoltura moderna
Agricoltura moderna